Coltivazione

La coltivazione dello zafferano è da sempre il frutto del lavoro dell’uomo e richiede particolari condizioni climatiche e metereologiche. La preziosa spezia, infatti, non può essere coltivata dappertutto e predilige le zone climatiche temperate del pianeta.

Tutta la produzione parte dalla scelta dei bulbi, che vengono interrati nei mesi caldi dell’anno. Dopo poche settimane i primi fiori spuntano e devono immediatamente essere raccolti img_7303-2ed inviati alla lavorazione.

La grande parte del lavoro che riguarda la coltivazione è manuale, e questo giustifica, in gran parte, l’alto costo dello zafferano. Se a questo si aggiunge la ricerca della massima qualità da parte dei produttori, allora si capisce che acquistare da chi produce con coscienza vuol dire trovare il prodotto migliore in assoluto.

Lo zafferano prodotto in montagna, inoltre, sviluppa delle peculiarità che ne fanno una prelibatezza anche per i palati più esigenti.

Trasformazione

Lo zafferano è una spezia prodotta attraverso la trasformazione degli stimmi del fiore del Crocus Sativus. I fiori vengono raccolti a mano, uno per uno, e deposti in ceste di vimini per evitare qualsiasi contaminazione o danneggiamento.IMG_7294 (2).JPG

Nell’arco di qualche ora dalla raccolta i fiori vengono avviati alla lavorazione, che richiede capacità specifiche e grande esperienza. In questa fase gli stimmi, l’unica parte del fiore utilizzata per la produzione dello zafferano, vengono separati manualmente dal fiore.

Poi vengono disidratati mediante l’esposizione al sole o con degli essiccatori elettrici, ed infine conservati, al riparo dalla luce e dall’umidità, fino al momento del confezionamento che, nella nostra azienda, avviene quasi immediatamente. IMG_7283 (2).JPG

Il prodotto finito si presenta confezionato in piccoli vasetti di vetro chiusi da tappi di sughero o simili, e può essere acquistato in varie grammature, da 0,50g fino ai 5 grammi per confezione.

La nostra produzione anticipa di quasi due settimane quelle delle altre zone d’Europa o d’Italia, e si caratterizza per un aroma pungente ed intenso e per un sapore deciso e persistente in qualsiasi lavorazione alimentare.